Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Antonella Viola: lettera aperta all'immunologa.

        Cara dott.ssa Antonella Viola, la sto leggendo da un po'di giorni e ho seguito un suo breve intervento sulla «Slow Science». https://www.youtube.com/watch?v=bXGFEdxzzco Siamo coetanei e pugliesi (sono nato a Lecce, anche se ho vissuto in altri posti e sono tornato nelle zone tra Otranto e S. Maria di Leuca, solo in certi periodi di vacanze estive, e chissà che non ci sia capitato di incrociarci, casualmente; dipende se lei sia mai passata, in gioventù, da quelle parti, nelle sue vacanze, ovviamente). Lei è senza dubbio affascinante, come presenza, come voce, con quella r alla francese ed ha anche il dono della chiarezza; in più, ha doti comunicative superiori ad altri suoi colleghi. Non mi stupisce che, in questo periodo, sia talmente richiesta da aver preso - secondo un articolo, pubblicato su Internet -  una agente per curare e selezionare gli impegni della sua agenda; non so se si faccia anche pagare, come altri suoi colleghi, ad eccezione di Bassetti, il «sex symbol», c

Ultimi post

Rosi II, candidato italiano agli Oscar: una mia risposta al critico cinematografico Alberto Crespi

L'eterno ritorno dell'uguale e l'insostenibile leggerezza dell'essere

Su Nerone e il grande incendio di Roma, nel 64 d.C., sul cristianesimo ecc. Una mia risposta a un parà (di destra?) lettore, come me, di Nietzsche...

Nietzsche è ancora una "dinamite"?

Breve ma veridica microstoria della poesia italiana, dal 2000 ad oggi (dalla mia specola...).

Gente che ci manca...

Intorno alle scuole di scrittura creativa

Un ragionamento intorno al concetto di lirica in Hegel

Se una notte di fine estate incontri ancora Robert Bresson...

Diario tra due estati