Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

L'eterno ritorno dell'uguale e l'insostenibile leggerezza dell'essere

        Torno sull'eterno ritorno dell'uguale... Il più abissale tra i pensieri di Nietzsche.     «Nietzsche riconobbe in “Ecce homo”, che la dottrina dell’eterno ritorno dell’uguale gli fu ispirata da alcuni filosofi stoici, in particolare da Zenone di Cizio e da Cleante di Asso. I quali, a loro volta, la mutuarono presumibilmente da Eraclito (si vedano i frammenti 10 “…da tutte le cose l’uno, dall’uno tutte le cose…” e 103 “comune è nel cerchio il principio e la fine”.  Tale dottrina prevede che quando gli astri assumeranno la stessa posizione che avevano all’inizio dell’universo, avverrà una grande conflagrazione (ecpirosi) e il tempo e il mondo ricominceranno un nuovo ciclo (una palingenesi, ovvero una “nuova nascita”). Tale ciclo, secondo i filosofi stoici citati, ripeterà perfettamente tutti gli eventi del ciclo precedente secondo il principio dell’apocatastasi, cioè di un ristabilimento dell’universo nel suo stato originario». Cito da https://comedonchisciotte.org/lillu

Ultimi post

Su Nerone e il grande incendio di Roma, nel 64 d.C., sul cristianesimo ecc. Una mia risposta a un parà (di destra?) lettore, come me, di Nietzsche...

Nietzsche è ancora una "dinamite"?

Breve ma veridica microstoria della poesia italiana, dal 2000 ad oggi (dalla mia specola...).

Gente che ci manca...

Intorno alle scuole di scrittura creativa

Un ragionamento intorno al concetto di lirica in Hegel

Se una notte di fine estate incontri ancora Robert Bresson...

Diario tra due estati

Del patetico e di altre cosette: frammenti...

Mario Luzi, poeta civile?